“Il vicino di sotto è affogato!” come rifare il tuo bagno a regola d’arte e senza spreco di soldi (pt.2)

11/10/2018News0

Want create site? With Free visual composer you can do it easy.

 

Nella prima parte dell’articolo avevamo introdotto il discorso rifacimento bagni come risposta al post che trovi sulla nostra pagina Facebook

https://www.facebook.com/Ristrutturazione-Sicura-1751103438535880/?fref=ts

Oppure tramite Instagram

Comunque stavamo parlando di piatti doccia, dicendo che la scelta ultimamente ricade più spesso su questi anziché sulle vasche per una questione di praticità e abbiamo detto che quelli in resina sono i più gettonati. Per quanto riguarda i piatti “vecchio stile”,

invece, è comunque ancora possibile trovarli in commercio, sono leggermente meno costosi e, a causa del materiale che li compone (la ceramica), devono essere posati seguendo tutt’altre tecniche rispetto a quelli in resina. Questo è un dettaglio molto importante perché, se la tua ditta sbaglia la posa del piatto, nella migliore delle ipotesi sentirai rimbombare l’acqua quando cade. Hai presente quando picchietti con le nocche contro una superficie che ha dietro uno spazio vuoto? Ecco: si sente rimbombare. Calcola che ogni goccia d’acqua è una nocca che picchietta sul piatto. Abbastanza fastidioso non credi? Non te la voglio fare più grande di quanto sia, è solamente un difetto superficiale…estetico possiamo dire. Tanto per renderti l’idea. Non ti serviranno insomma i tappi per le orecchie quando farai la doccia. Però, dato che è un difetto evitabile, perché trascurarlo?

Nell’ipotesi peggiore invece, il problema si fa serio perché c’è il rischio effettivo di una perdita d’acqua. Il piatto in ceramica, se posato male, può crepare. E il gioco è fatto. Se abiti ad un piano rialzato, nel giro di poco tempo l’acqua si infiltrerà sempre più in profondità fino a raggiungere il soffitto del tuo vicino di sotto e a macchiare l’intonaco. Non sto nemmeno a dilungarmi nel dirti le conseguenze. Se invece abiti al piano terra (senza cantina o comunque rischi simili al precedente), nessuno noterà la perdita e forse è ancora peggio perché non ci saranno immediati campanelli d’allarme come il soffitto macchiato. Avrai quindi un massetto con umidità sempre in espansione. Come sai, l’umidità non è amica delle case e negli anni non porta mai cose buone. Addirittura, se hai un pavimento in legno (anche nelle stanze vicine), col tempo si potrebbe sollevare a causa dell’umidità condotta dal massetto bagnato.

Già che stiamo parlando di intonaci umidi e che si scrostano, ti faccio anche notare l’importanza dell’impermeabilizzazione nell’ambito del box doccia per evitare l’infiltrazione di…indovina…umidità! In questo caso un lavoro eseguito male non coinvolge vicini di casa (a meno che il tuo bagno confini con una stanza di un altro appartamento), ma comunque ti troverai a dove rifare l’intonaco della stanza dietro al bagno.

–>retro di un box doccia non impermeabilizzato

Leggi l’articolo, che trovi sempre qua sul nostro blog, sulle crepe nei pavimenti nuovi. È elencato in pochi punti cosa significa intervenire a distanza di poco tempo su un lavoro appena eseguito. Sono sicuro che anche tu pensi che non vale la pena di correre il rischio.

Per concludere il discorso doccia, infine, ti parlo della stuccatura tra piatto e pavimento. Il discorso è simile a quello appena fatto sopra: una stuccatura scorretta può essere causa di un problema puramente estetico quanto di uno di infiltrazione. Se ti va bene, dovrai solo raccogliere i pezzetti di stucco che, con le micro vibrazioni date dal peso della persona che entra nella doccia, si staccheranno e lasceranno una fastidiosa e antiestetica fessura vuota. Se invece ti va male, ti rimando alla parte dove parlo dell’umidità. Per quanto riguarda le vibrazioni, ad un occhio inesperto può sembrare una cosa inverosimile o esagerata, ma nel nostro settore dobbiamo sempre tenere conto della continuità negli anni di ogni fattore che incide sul nostro lavoro. Ti assicuro che, nel caso del discorso che stiamo facendo, una piccola vibrazione oggi, una domani e una dopodomani per anni influiscono sullo stucco e possono farlo staccare.

Per questo insisto sempre sull’importanza delle garanzie che le ditte forniscono.

Concludo qua questa seconda parte. Finiremo il discorso a breve nell’ultimo articolo che potrai trovare sempre qui sul nostro blog.

Se hai qualche dubbio o vuoi chiarimenti su questo argomento o su qualunque altro, subito dopo aver chiuso l’articolo clicca sulla sezione home, scorri fino in fondo alla pagina e compila il form. Risponderemo alla tua domanda entro 24 ore. Altrimenti, nella sezione contatti, troverai mail e numeri di telefono. Chiamaci pure all’orario che preferisci. Siamo sempre attivi!

Did you find apk for android? You can find new Free Android Games and apps.